LA BOSCA S.BERNARDO CUNEO RIPARTE DA LISE VAN HECKE

L’opposta belga è la prima riconferma ufficiale della società di via Bassignano

Van Hecke: «Cuneo vive la pallavolo, tanto entusiasmo: orgogliosa per il rinnovo»

Lise Van Hecke vestirà la maglia biancorossa anche per la stagione 2019/20 (credit Marco Collemacine – MC FOTOREPORTER

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO annuncia il rinnovo con Lise Van Hecke. Dopo la riconferma in panchina di coach Andrea Pistola e del suo vice Domenico Petruzzelli, la nuova squadra biancorossa posa il primo importante mattone: il team che scenderà in campo nel campionato italiano di serie A1 di pallavolo femminile avrà come caposaldo il forte opposto belga, protagonista di una stagione di assoluto rilievo.

Con i suoi 451 punti, Van Hecke è risultata la quinta top scorer della Samsung Volley Cup 2018/19, terza al termine della regular season alle spalle di Egonu e Haak. Entrata presto nei cuori dei Crazy Cats Biancorossi e di tutti i tifosi cuneesi grazie al suo sorriso, Lise è scesa in campo durante tutte le gare stagionali diventando vero e proprio punto di riferimento in campo e sugli spalti. I suoi 27 ace hanno infiammato il Pala UBI Banca spingendo la neopromossa BOSCA S.BERNARDO CUNEO verso l’inatteso traguardo dei playoff, dove la corazzata IMOCO CONEGLIANO ha avuto la meglio al termine di due match giocati a testa sempre alta.

«Sono molto contenta di far nuovamente parte del progetto – dichiara Lise Van Hecke –  nella stagione appena conclusa mi sono divertita e mi sono trovata bene, quindi sono orgogliosa per il rinnovo. Cuneo è una città che vive la pallavolo, il posto perfetto per svolgere al meglio la mia professione. La riconferma dello staff darà di certo continuità al lavoro svolto. Vedere sempre più gente al Pala UBI Banca mi ha dato grandi stimoli, credo si possa ulteriormente alzare l’asticella. In Italia il livello del campionato è altissimo, le sfide saranno sempre più avvincenti: dovremo lavorare tanto e bene come fatto quest’anno per trovare compattezza di squadra e concretezza nel gioco, con l’obiettivo di avvicinarci alle ‘grandi’, passo dopo passo, senza fretta».