LA BOSCA S.BERNARDO CUNEO SI FERMA A FIRENZE

“Il Bisonte” si impone 3-0 e interrompe la serie positiva delle biancorosse

Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO occupano l’ottavo posto in classifica (credit Lisa Guglielmi)

Pistola: «Gara equilibrata, alcuni errori tecnici di troppo ma buon approccio. Testa a Filottrano»

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO si arrende al cospetto de “Il Bisonte Firenze” che vendica così la sconfitta subita nel girone di andata ed allo stesso tempo interrompe la serie positiva delle ospiti. Le biancorosse, infatti, sono scese in campo al Mandela Forum forti dei 9 punti acquisiti nelle ultime quattro gare di campionato. Nonostante la sconfitta, le gatte mantengono l’ottavo posto in classifica grazie ai risultati ottenuti dalle dirette rivali, mentre le ‘bisontine’ incassano l’intera posta in palio grazie al 3-0 finale che nasconde l’equilibrio vissuto in gran parte della gara (25-21, 25-23 e 25-22) ed ipotecano l’accesso ai playoff.

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO di coach Pistola scende in campo con il sestetto più collaudato: Bosio in palleggio e Van Hecke a completare la diagonale, Menghi e Zambelli al centro della rete, Cruz e Salas schiacciatrici, Ruzzini a difendere la seconda linea. Coach Caprara risponde con Dijkema in regia, Lippmann opposto, Alberti e Candi centrali, in banda Sorokaite e Daalderop, Parrocchiale libero. Buon avvio delle biancorosse, con i punti di Salas, Cruz e Zambelli che firmano l’1-5. Qualche errore di troppo delle bisontine, ben sfruttate dalle cuneesi, porta coach Caprara al primo time-out della gara sul 4-9. Sul 5-10 in campo Degradi per Daalderop, con Menghi che mette a segno un ace per il 6-12. Uno splendido scambio, vinto dalle padrone di casa, riavvicina Firenze, costringendo la panchina cuneese a chiedere minuto sull’11-14. Il blackout biancorosso non si ferma: sul 13-14 fa il suo ingresso Markovic per Cruz, ma Il Bisonte completa il parziale di 7 punti a 0 e sale 15-14, con coach Pistola che chiama il secondo time-out. Cambio anche al palleggio per Cuneo, con Kaczmar che finalmente sblocca l’attacco ospite: Markovic, con tre punti consecutivi, firma la parità a quota 17. Il match prosegue in equilibrio fino al 20-20, momento in cui le ragazze di coach Caprara prendono due punti di vantaggio salendo 22-20. Torna in campo Bosio per Kaczmar, ma Firenze non si ferma e un errore di Salas chiude il primo set 25-21 (1-0).Inizio complicato di secondo set per la BOSCA S.BERNARDO, che va subito sotto di 3 lunghezze ma riesce comunque a restare a contatto grazie ai punti di Salas. Sull’11-8 time-out richiesto dalla panchina cuneese e al rientro in campo una fast e un muro di Zambelli, uniti all’ace di Salas, firmano la parità a quota 11. L’equilibrio dura poco, con le bisontine che riprendono i due punti di vantaggio e li mantengono fino al 19-17: qui Firenze allunga grazie ad un ‘mani-out’ di Degradi e ad alcune ottime giocate di Sorokaite, che portano coach Pistola al time-out sul 20-17. Sul 21-17 in campo Markovic per Cruz, mentre sul 21-18 fa il suo ingresso in battuta Baiocco per Zambelli. Doppio cambio anche tra le fila delle padrone di casa, con gli ingressi di Popovic e Bonciani per Dijkema e Lippmann. La BOSCA S.BERNARDO, trascinata da Markovic, accorcia 22-20, costringendo coach Caprara al minuto, ma al ritorno in campo è ancora la giocatrice austriaca a firmare il 22-21. Una bella giocata di Degradi, seguita da una splendida diagonale di Sorokaite, valgono il 24-21. Markovic annulla il primo set point, un muro di Van Hecke vale il 24-23 e la panchina locale chiama il secondo time-out e ricarica le sue ragazze, con Sorokaite che mette a terra la palla del 25-23 (2-0). Il terzo set riparte con Markovic in campo al posto della Cruz, ed inizia in totale equilibrio (5-5). Poi due muri consecutivi delle toscane, seguiti dall’attacco vincente di Lippmann, portano coach Pistola al time-out sul 7-5. La reazione cuneese c’è e la parità arriva sull’8-8, con Markovic e Zambelli (muro) che portano Cuneo sul 9-11: qui coach Caprara richiama le sue ragazze in panchina e il Bisonte pareggia a quota 12. Sul 15-15 arriva il break delle padrone di casa, che tentano la fuga salendo 17-15, ma Markovic e Salas sono brave a riportare il match in equilibrio. Il finale di set è palpitante, con le due formazioni che si danno battaglia punto a punto: sul 22-20 time-out di coach Pistola e al ritorno in campo la fast di Zambelli vale il -1 (22-21). Un tocco ‘di seconda’ di Dijkema firma il 23-21, torna in campo Cruz (per Van Hecke) ma un muro della palleggiatrice olandese porta il Bisonte a tre match point: quello buono è il secondo, che permette alle padrone di casa di chiudere 3-0 (25-22).

«Una partita molto equilibrata – dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO –, giocata a lunghi tratti punto a punto e con distacchi limitati Non siamo riusciti ad imporre il nostro gioco soprattutto in attacco complicandoci la vita. Ci è mancato un po’ di coraggio al servizio, dove avevamo pensato di aggredire per non concedere al loro palleggio una facile costruzione di gioco. Nonostante tutto è mancato davvero poco. L’approccio delle ragazze è stato buono: volevamo fare bene qui a Firenze ma alcune cose non hanno funzionato tecnicamente. In settimana lavoreremo per giungere pronti all’appuntamento con Filottrano».

La tribuna stampa del Mandela Forum incorona MVP dell’incontro Indre Sorokaite, autrice di 15 punti. Domenica 3 marzo 2019 la BOSCA S.BERNARDO CUNEO tornerà protagonista al Pala UBI Banca alla ricerca dell’ottava vittoria consecutiva in casa in campionato: appuntamento alle ore 17 per il match contro la Lardini Filottrano.

Il Bisonte ha primeggiato nel fondamentale del muro: 8 per le padrone di casa, 3 per le ospiti (credit Lisa Guglielmi)

Il Bisonte Firenze – Bosca S.Bernardo Cuneo 3-0

( 25-21 / 25-23 / 25-22 )

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Bosio 1, Van Hecke 9, Zambelli 11, Menghi 2, Cruz (C) 1, Salas 14, Ruzzini (L); Markovic 14, Baiocco, Mancini, Kaczmar. N.e:. Kavalenka.
All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.
Ricezione positiva: 75%. Attacco: 42%.

IL BISONTE FIRENZE: Dijkema 4, Lippmann 16, Candi 7, Alberti 7, Sorokaite 15, Daalderop, Parrocchiale (L); Popovic, Bonciani, Degradi 11. N.e.: Malesevic, Santana, Venturi.
All.: Caprara. II All.: Cervellin.
Ricezione positiva: 74%. Attacco: 46%.

Durata:26’, 26’, 29’
SPETTATORI: 800

SAMSUNG VOLLEY CUP A1 – ottava giornata di ritorno
Saugella Team Monza – Igor Gorgonzola Novara 3-1
Club Italia Crai – Imoco Volley Conegliano 1-3
Savino Del Bene Scandicci – Unet E-Work Busto Arsizio 3-2
Banca Valsabbina Millenium Brescia – Épiù Pomì Casalmaggiore 0-3
Il Bisonte Firenze – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 3-0

Lardini Filottrano – Zanetti Bergamo 3-1

Riposa: Reale Mutua Fenera Chieri

CLASSIFICA: Imoco Volley Conegliano* 49; Igor Gorgonzola Novara 46; Savino Del Bene Scandicci* 44; Épiù Pomì Casalmaggiore 38; Saugella Team Monza 37; Unet E-Work Busto Arsizio* 36; Il Bisonte Firenze 32; BOSCA S.BERNARDO CUNEO* 27; Banca Valsabbina Millenium Brescia*, Zanetti Bergamo 24; Lardini Filottrano* 14; Reale Mutua Fenera Chieri* 5; Club Italia Crai* 2.* una partita in meno

2019-02-24T19:31:15+00:00