LA BOSCA S.BERNARDO LOTTA, MA L’IMOCO È TROPPO FORTE: 3-0

Conegliano non lascia set alle ospiti, rammarico cuneese per il finale del secondo parziale

Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO CUNEO in azione sul campo delle Campionesse d’Italia dell’Imoco Conegliano (credit Danilo Ninotto – FOTO SERVICE)

Pistola: «Gara difficile ma con spunti positivi: ripartiamo da questi in vista del match con Novara»

 

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO si arrende alle campionesse d’Italia dell’Imoco Volley Conegliano al termine di un match per lunghi tratti ben affrontato dalle biancorosse. Le venete hanno infatti conquistato i tre punti in palio al termine di una gara che ha avuto nel finale della seconda frazione, favorevole alle padrone di casa, una vera e propria chiave di volta.

 

Pubblico delle grani occasioni al Pala Verde di Villorba per il ‘derby del vino’: padrone di casa schierate da coach Santarelli con Wolosz in diagonale con Fabris, Danesi e De Kruijf centrali, Hill e Sylla in banda, De Gennaro a presidiare la seconda linea. Le cuneesi di coach Pistola rispondono con Bosio in regia, Van Hecke opposto, Menghi e Zambelli al centro della rete, Markovic e Salas schiacciatrici, Ruzzini libero. Primo punto del match per Menghi, raddoppia Salas, poi sono le venete a pareggiare i conti e passare in vantaggio grazie al primo ace firmato Fabris (3-2). Si prosegue punto a punto sino al 7-6, poi allungo delle ‘pantere’ che si portano sul 12-8 grazie ad una fast di De Kruijf: coach Pistola richiama in panchina le sue ragazze per il primo time out della gara. Al rientro, ancora due turni al servizio per Fabris che porta il punteggio sul 14-8. Le ‘gatte’ biancorosse rimangono agganciate al set, ma sul 18-11 coach Pistola gioca anche il secondo minuto per cambiare le sorti del set. Van Hecke e Markovic firmano un mini break che blocca il punteggio sul 19-14: primo t.o. per coach Santarelli. Al rientro è la pipe di Hill a chiudere il turno al servizio di Zambelli (20-14). Cuneo ci crede ed il muro di Markovic riapre ancora le speranze. Out l’attacco di Fabris (20-16), poi cambio per le venete: al servizio Fersino. Allungo micidiale delle padrone di casa: muro di De Kruijf, ace di Fabris e muro di Wolosz: 24-17, sette set point. Il primo viene annullato, ma il successivo errore in attacco delle cuneesi fissa il punteggio sul 25-18 (1-0). Si riparte con gli stessi sestetti: l’Imoco allunga subito sul 4-0: coach Pistola manda in campo Cruz per Salas. Cuneo rientra grazie alla battuta di Van Hecke che mette in difficoltà la ricezione delle pantere (5-3). La Wolosz spazia sul fronte di attacco, ma Markovic e Van Hecke rispondono e la BOSCA S.BERNARDO CUNEO si porta a -1 (7-6). Punto a punto, il livello tecnico si alza: Cruz compatta la ricezione cuneese ed il punto del pareggio è epico: Van Hecke firma il 12-12 al termine di uno scambio infinito tra le due formazioni. Sul 15-14 dentro Baiocco al servizio. Cuneo rimane agganciata al set grazie ad una buona prova a muro: sul 18-17 in campo Mancini. Altro emozionante scambio che si chiude con il punto del 20-18: coach Pistola richiede il primo minuto del set. È una grande BOSCA S.BERNARDO CUNEO quella che affronta a viso aperto le campionesse d’Italia dell’Imoco. Nuovo pari sul 20-20 grazie all’attacco di Markovic. Cuneesi in vantaggio per invasione a rete delle rivali: sul 20-21 arriva il t.o. di coach Santarelli. Continua il turno in battuta di Cruz grazie all’attacco vincente di Van Hecke (20-22). De Kruijf interrompe la serie positiva delle ospiti (21-22). La fast di Zambelli firma il 21-23, risponde Danesi (22-23). Finale al cardiopalma. Sylla pareggia nuovamente i conti: sul 23-23 secondo minuto della panchina biancorossa. Il set si chiude con le padrone di casa che sfruttano un pesante doppio errore in attacco delle biancorosse per il 25-23 finale (2-0). Pronti via e il terzo set si apre con l’ace di Fabris seguito dall’errore al servizio (1-1). Confermata la presenza in campo di Cruz che porta in vantaggio Cuneo (1-2). Situazione ribaltata: sul 3-2 in campo Mancini. Il 4-2 porta la firma di De Gennaro che con un attacco in bagher sorprende la retroguardia biancorossa. Il pareggio grazie all’ace di Van Hecke (5-5). Cuneo allunga: sul 7-9 in campo Tirozzi per Fabris. Emozioni al Pala Verde: venete di nuovo avanti con il muro di De Kruijf (11-10). Cuneo non è incisiva in attacco: sul 12-10 primo time out per coach Pistola. La situazione non cambia: dopo l’ottima pallavolo espressa dalle cuneesi sino al 10-10, continua il black out. Nuovo minuto di coach Pistola sul 15-11. Markovic interrompe il cammino delle gialloblu (15-12). L’ace di Hill firma il nuovo allungo (17-12): il pubblico trevigiano si esalta. Sul 18-12 coach Pistola gioca la carta Kaczmar in diagonale con Salas. Il turno al servizio di Hill prosegue: Cuneo non si sblocca da quota 12 mentre le venete premono sull’acceleratore e conquistano nove match ball (24-12). E’ l’ace della Hill a chiudere i giochi: 25-12, 3-0 per l’Imoco Volley Conegliano che conquista l’intera posta in palio.

 

«Nel primo set – dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO – abbiamo avuto qualche difficoltà tecnica in ricezione subendo il loro ritmo, mentre nel secondo abbiamo lavorato bene in difesa mettendole in difficoltà con il servizio. Peccato non essere riusciti a concretizzarlo al meglio, chiudendolo con due errori in attacco, ma era giusto provare e rischiare, perché altrimenti non si riesce ad impensierire una squadra così forte come l’Imoco. Nel terzo set non abbiamo mollato all’inizio, ma quando abbiamo subito quel break dal 10-10 non siamo riusciti a reagire. Non è una partita completamente da buttare anzi, ci sono stati diversi spunti positivi sia a livello individuale che a livello di squadra, quindi torniamo a casa con la consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono. Prendere punti qui in una gara così difficile sarebbe stato tanto importante quanto complicato, ma non posso dire che le ragazze non ci abbiano provato. Mercoledì arriverà Novara, noi giocando in casa proveremo a dare tutto di fronte al nostro pubblico, come abbiamo fatto con ottimi risultati contro Firenze e soprattutto Scandicci. Lotteremo fino alla fine, provando a ripartire dagli aspetti positivi di questa gara».

 

MVP dell’incontro Kimberly Hill, che con le sue battute ha segnato indelebilmente l’esito del terzo set. Giusto il tempo di festeggiare il Natale, poi di nuovo in campo per la dodicesima giornata della Samsung Volley Cup che vedrà le cuneesi protagoniste del secondo atteso derby piemontese: mercoledì 26 dicembre, alle ore 17.00, al Pala UBI Banca di San rocco Castagnaretta (Cuneo) in programma il match BOSCA S.BERNARDO CUNEO vs Igor Gorgonzola Novara (prevendite aperte online www.liveticket.it/cuneograndavolley e presso la sede di via Bassignano aperta domani, lunedì 24 dicembre, dalle 9 alle 12).

 

 

Imoco Volley Conegliano – Bosca S.Bernardo Cuneo 3-0

( 25-18 / 25-23 / 25-12 )

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Bosio 1, Van Hecke (C) 7, Zambelli 4, Menghi 4, Markovic 8, Salas 3, Ruzzini (L); Cruz 5, Mancini, Kaczmar, Baiocco. N.e: Kavalenka,

All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.

Ricezione positiva: 62%. Attacco: 29%.

 

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz 2, Fabris 10, Danesi 5, De Kruijf 13, Sylla 9, Hill 21, De Gennaro (L) 1; Fersino, Tirozzi, Moretto.  N.e.: Bechis, Folie, Samadan.

All.: Santerelli. II All.: Simone.

Ricezione positiva: 60%. Attacco: 46%.

 

Durata: 22′, 28′, 21′

SPETTATORI: 4580

 

SAMSUNG  VOLLEY CUP A1 – undicesima giornata di andata

Banca Valsabbina Millenium Brescia-Reale Mutua Fenera Chieri            3-2

Savino Del Bene Scandicci – Il Bisonte Firenze                                              3-2

Imoco Volley Conegliano – BOSCA S.BERNARO CUNEO                    3-0

Unet E-Work Busto Arsizio – Igor Gorgonzola Novara                                 2-3

Lardini Filottrano – Saugella Team Monza                                                      0-3

Club Italia Crai – Pomì Casalmaggiore                                                              1-3

 

Riposa: Zanetti Bergamo

 

CLASSIFICA: Igor Gorgonzola Novara 28; Imoco Volley Conegliano 24; Unet E-Work Busto Arsizio 24; Savino Del Bene Scandicci 23; Pomì Casalmaggiore 20; Saugella Team Monza* 20; Zanetti Bergamo 14; Banca Valsabbina Millenium Brescia 13*; Il Bisonte Firenze* 12; BOSCA S.BERNARO CUNEO 10; Lardini Filottrano 6; Reale Mutua Fenera Chieri 2*; Club Italia Crai 1.

* una partita in più

Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO CUNEO festeggiano dopo un punto conquistato (Credit Danilo Ninotto – FOTO SERVICE)

2018-12-23T19:24:24+00:00