RIMONTA VINCENTE PER LA BOSCA S.BERNARDO CUNEO

Sotto di due set, le gatte battono al tie-break il Club Italia Crai: nono sigillo al Pala UBI Banca

Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO CUNEO festeggiano il nono successo casalingo della stagione (credit Marco Collemacine – MC FOTOREPORTER)

Pistola: «Primi due set pessimi, poi abbiamo reagito. Ora testa libera per i playoff»

La BOSCA S. BERNARDO CUNEO chiude con una vittoria la sua prima appassionante regular season nella Samsung Volley Cup A1. La tredicesima giornata di ritorno consegna alle biancorosse la nona vittoria casalinga della stagione, sui dodici incontri disputati, confermando la grande valenza del fattore Pala UBI Banca: ultime a cadere nel palazetto cuneese le ‘azzurrine’ del Club Italia Crai che, dopo aver conquistato i primi due set, hanno ceduto al tie-break.

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO scende in campo con Kaczmar in palleggio, Kavalenka opposto, Mancini e Menghi centrali, Markovic e Salas schiacciatrici, Ruzzini libero. Le ‘azzurrine’ di coach Bellano rispondono con la regia di Morello in diagonale con Silvia Nwakalor, Lubian e Fahr al centro della rete, Enweonwu e Pietrini in banda, De Bortoli a presidiare la seconda linea. Spinte dagli attacchi di Pietrini, le ospiti si portano sul 4-7. Le ‘gatte’ biancorosse, in formazione rimaneggiata, hanno difficoltà ad ingranare ed il margine di tre lunghezze rimane invariato sino al 10-13, poi arriva l’ace di Enweonwu: coach Pistola richiama in panchina le sue ragazze. Le biancorosse non reagiscono: Nwakalor ed il secondo ace di Enweonwu firmano il 10-16. Nuovo time out per Cuneo. La BOSCA S.BERNARO si rianima: quattro punti consecutivi, l’ultimo dei quali firmato da Salas, riaprono il set. Sul 14-17 coach Bellano sfrutta il primo time out. Al rientro il muro di Mancini riduce ulteriormente il divario (15-17). Dal possibile aggancio al nuovo allungo, segnato soprattutto da errori cuneesi (15-20). L’attacco di Markovic e l’ace di Kaczmar per il 17-20. Il Club Italia Crai continua la fuga tornando a +5: 17-22. Sul 18-23 l’ingresso di Populini in battuta. Il muro di Fahr firma il 18-24. Cuneo annulla due set point prima di arrendersi sul 20-25 (0-1). Le ‘gatte’ cuneesi tornano a graffiare in avvio di seconda frazione portandosi sul 3-1, ma il margine viene immediatamente ricucito (4-4). Non brilla la ricezione cuneese, ma si lotta punto a punto sino all’11-12, poi il primo break: sull’ace di Morello (11-14) arriva il t.o. di coach Pistola. La fast di Menghi e l’attacco di Mancini per il 13-14. La BOSCA S.BERNARDO continua a spingere ed aggancia le rivali a quota 15. Sul 16-15 il nuovo vantaggio, ma il muro di Fahr riporta in parità il set. Il pallonetto di Pietrini riporta avanti le ‘azzurrine’: sul 16-18 secondo time out per coach Pistola. L’ace di Mancini firma il 19-19. Sul 19-20 cambio di diagonale per coach Bellano, in campo Scola e Malual. Due scambi (20-21) e rientro per Pietrini e Morello. Club Italia Crai si porta sul 21-23 in campo capitan Cruz: Menghi firma il 22-23 ed il successivo ace. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO si porta sul 23-23: time out per coach Bellano. Silvia Nwalakor conquista il primo set point, concretizzato dal muro di Fahr: 23-25 (0-2). Cuneo riparte con capitan Cruz nel sestetto iniziale. Il primo break arriva sul 6-4 e porta proprio la firma della giocatrice portoricana. Il punto di Mancini porta a tre le lunghezze di margine: sul 9-6 coach Bellano sfrutta il primo time out. Si ritorna in campo con l’ace di Cruz (10-6). Kavalenka scalda il braccio e Cuneo vola sul 14-7: nuovo stop richiesto dal Club Italia Crai. Sul 16-8 arriva anche il primo ace per l’opposto portoghese di Cuneo. Le ‘gatte’ non si fermano: sul 18-10 in campo Malual e Scola. Per Cuneo, sul 20-11 in campo Baiocco. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO non si ferma più e chiude sul 25-13 firmato dall’ace di Kaczmar (1-2). Si riparte con le ‘azzurrine’ avanti 0-2, break annullato dalle ‘gatte’ anche grazie all’ace di Mancini (2-2). Punto a punto sino al 18-18 in un set privo di break da ambo le parti. Sul 19-18 coach Bellano richiede il primo time out del set. Al rientro il muro i Kavalenka per il doppio vantaggio (20-18). Club Italia Crai recupera a quota 20: time out anche per coach Pistola. La fast di Menghi tengono avanti le ‘gatte’ (23-22). Il muro di Kaczmar per il 24-22: time out per coach Bellano. Capitan Cruz firma il 25-22: la BOSCA S.BERNARDO CUNEO completa la rimonta (2-2). Il tie-break parte con il break delle ‘azzurrine’ che si portano avanti di tre punti (0-3). Le ‘gatte’ non mollano: i muri di Menghi e Salas pareggiano i conti (4-4). Nuovo allungo delle ospiti (5-7), ma Cuneo pareggia. L’errore al servizio di Menghi firma il 7-8: si cambia campo. Si riparte con la pipe di Salas e Cruz (9-8): time out coach Bellano. Punteggio ribaltato grazie ad un errore cuneese ed all’attacco di Pietrini (9-10): Pistola richiama in panchina le sue ragazze. Kavalenka per il 10-10, poi Salas a muro (11-10). Passa Enweonwu (11-11), poi il muro di Pietrini (11-12). Parallela di Salas (12-12), poi ancora Kavalenka che sfrutta la cattiva ricezione su servizio di Mancini (13-12): t.o. per coach Bellano. Il 14-13 arriva con l’errore al servizio di Pietrini, Club Italia Crai annulla il primo match point. La fast di Menghi per il 15-14, poi l’errore in attacco delle ‘azzurrine’ chiude il match sul 16-14 (3-2): la BOSCA S.BERNARDO CUNEO conquista il nono successo casalingo, il tredicesimo della prima storica stagione in Serie A1.

«La partita – dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S. BERNARDO CUNEO – è iniziata non come me l’aspettavo. Volevo far rifiatare alcune titolari e dare minutaggio ad altre ragazze che potranno essere utili ai playoff. Primi due set pessimi: abbiamo tenuto una media in ricezione decisamente sotto ai nostri standard. Male tecnicamente ma anche mentalmente. L’abbiamo raddrizzata dimostrando che siamo in grado di reagire nel migliore dei modi, ma rimane il brutto approccio. Ora testa al match con Conegliano: arriveremo alla gara con la miglior condizione psico-fisica possibile. Giocheremo la nostra migliore pallavolo, il campo dirà chi ha ragione. Con Conegliano non siamo mai stati competitivi come con Novara e Scandicci: un motivo in più per provarci».

«Abbiamo fatto troppa fatica a muro – dichiara Massimo Bellano, coach del CLUB ITALIA CRAI – e siamo stati mediocri nelle alzate di palla alta. Un peccato aver vanificato il vantaggio. L’ingresso di Cruz ha dato loro solidità in ricezione e nel resto delle azioni. Noi dobbiamo tenerci tutto quello che di buono abbiamo fatto. Ora che la stagione è finita, possiamo dirlo: non dovevamo fare risultati ma per far crescere queste ragazze. Il sestetto ha molte richieste da società di Serie A e questa è la nostra vittoria. Gli schiaffi che abbiamo preso durante l’anno saranno funzionali alla loro crescita».

La tribuna stampa del Pala UBI Banca incorona MVP dell’incontro Aurea Cruz, premiata da Letizia Attina della casa spumantiera Bosca e dal campione paralimpico Luca Mazzone. Sabato 6 aprile 2019, alle ore 20.30, parte l’avventura playoff per le ragazze di coach Pistola: nella gara di andata dei quarti di finale della Samsung Volley Cup A1, la BOSCA S.BERNARDO CUNEO affronterà le campionesse italiane in carica dell’Imoco Volley Conegliano. Un nuovo ennesimo e spumeggiante ‘derby delle bollicine’.

L’MVP Aurea Cruz premiato dal campione paralimpico Luca Mazzone e da Letizia Attinà della Bosca Spumanti (credit Marco Collemacine – MC FOTOREPORTER)

Bosca S.Bernardo Cuneo – Club Italia Crai 3-2
( 20-25 / 23-25 / 25-13 / 25-22 / 16-14 )

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Kaczmar 3, Kavalenka 16, Menghi 18, Mancini 11, Markovic 4, Salas 18, Ruzzini (L); Cruz (C) 9, Baiocco. N.e. Bosio, Van Hecke, Zambelli.
All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.
Ricezione positiva: 72%. Attacco: 40%.

CLUB ITALIA CRAI: Morello 1, Nwakalor S. 11, Lubian 13, Fahr 7, Enweonwu 21, Pietrini 14, De Bortoli (L); Malual, Omoruyi 3, Populini, Scola. N.e.: Battista, Bassi, Kone, Costantini, Panetoni,  Nwakalor L. Trampus.
All.: Bellano. II All.: Fanni.
Ricezione positiva: 60%. Attacco: 42%.

Durata: 24′, 27′, 19′, 27′, 18′
SPETTATORI: 1220

SAMSUNG  VOLLEY CUP A1 – tredicesima giornata di ritorno
Épiù Pomì Casalmaggiore – Igor Gorgonzola Novara                           3-1
Imoco Volley Conegliano – Unet E-Work Busto Arsizio                       3-0
Saugella Team Monza – Zanetti Bergamo                                                3-1
Savino Del Bene Scandicci – Banca Valsabbina Millenium Brescia    3-0
Reale Mutua Fenera Chieri – Lardini Filottrano                                     3-0
BOSCA S.BERNARDO CUNEO – Club Italia Crai                           3-2

Riposa: Il Bisonte Firenze

CLASSIFICA: Imoco Volley Conegliano 61; Igor Gorgonzola Novara 52; Savino Del Bene Scandicci 50; Saugella Team Monza 48; Unet E-Work Busto Arsizio 45; Épiù Pomì Casalmaggiore 43; Il Bisonte Firenze* 39; BOSCA S.BERNARDO CUNEO 36; Zanetti Bergamo 31; Banca Valsabbina Millenium Brescia 30; Lardini Filottrano 14; Reale Mutua Fenera Chieri 12; Club Italia Crai 7.
* una partita in più

2019-03-30T23:48:15+00:00