Camilla Mingardi, autrice di 25 punti come Lise Van Hecke, è stata decretata MVP del match (credit Danilo Ninotto)

Le biancorosse, avanti due set a zero e 24-23 nel terzo parziale,
perdono al tie-break con la Banca Valsabbina Millenium Brescia

Pistola: «Un vero peccato; puniti per non aver chiuso il match nel terzo set»

 

Davanti a 2431 spettatori la BOSCA S.BERNARDO CUNEO, avanti due set a zero, subisce la rimonta della Banca Valsabbina Millenium Brescia che annulla un match point nel terzo set e espugna il Pala UBI Banca. Per le ‘gatte’ il terzo tie-break consecutivo è fatale: dopo i successi su Scandicci e Monza arriva un punto amarissimo.

Coach Pistola sceglie Cambi in regia, Van Hecke opposto, Candi e Zambelli al centro della rete, Markovic e Rigdon schiacciatrici, Zannoni libero. Coach Mazzola schiera la diagonale Bechis-Mingardi, Speech e Veltman al centro, Degradi e Rivero in banda, Parlangeli a presidiare la seconda linea. Dopo due errori al servizio la Banca Valsabbina Millenium Brescia trova l’ace di Mingardi: 3-3. La fast di Zambelli e un’infrazione di Bechis regalano alle padrone di casa il primo break (5-3). Van Hecke si iscrive a referto con la pipe del 6-4 e manda al servizio Zambelli, che realizza il primo ace per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO. Il monster block di Markovic su Speech e la fast di Rigdon portano le biancorosse sul 9-4 e costringono coach Mazzola a fermare il gioco. Il primo tempo di Candi vale il 12-6. I servizi di Markovic e Rivero finiscono in rete: 14-7. Sul 15-8 dentro Mazzoleni per Speech tra le fila di Brescia. Le ospiti accorciano con il mani out di Rivero ma il pallonetto di Markovic ristabilisce le distanze (17-11). Van Hecke difende ed è ancora Markovic ad andare a segno per il 18-11: nuovo time out tecnico per la Banca Valsabbina Millenium Brescia. Van Hecke chiude un’azione combattuta ed è 21-13 per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO. Coach Mazzola inserisce Biganzoli per Rivero al servizio. Il punto del 22-14 strappa una standing ovation al Pala UBI Banca, con Rigdon che chiude un’azione ricca di difese. L’attacco out di Degradi regala alle ‘gatte’ il primo set ball, che viene annullato da un bell’attacco di Mingardi. Dentro Fiocco per Veltman tra le fila di Brescia. È un’infrazione delle Leonesse a consegnare il primo parziale alle padrone di casa con il punteggio di 25-15. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO attacca con il 53%; bene tutte le attaccanti biancorosse con una menzione d’onore per Markovic, autrice di 5 punti.

Nel secondo parziale Brescia prova subito ad allungare con l’ace di Mingardi e il pallonetto di Degradi: 2-4. Una fast di Zambelli e un attacco out di Mingardi ristabiliscono la parità (4-4). Markovic riceve in palleggio e mette a segno un bel diagonale: 6-6. Secondo parziale più equilibrato rispetto al primo, con Brescia che prova nuovamente a mettere la testa avanti (7-9). Il nastro aiuta Candi per l’ace del 9-9. Il sorpasso cuneese porta la firma di Van Hecke dai 9 metri. L’attacco di Degradi chiude un’azione combattuta e vale il controsorpasso (11-12). Le difese di Zannoni e Zambelli permettono a Markovic di siglare d’astuzia il 13-12. È ancora la scatenata schiacciatrice austriaca a mettere a segno il punto del 14-12; coach Mazzola ferma il gioco. Dentro Segura, un’ex, per Degradi. Rigdon difende e poi mette a segno il punto del 16-13. Rivero chiude un’azione ricca di difese spettacolari e permette alle ospiti di portarsi a una sola lunghezza. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO ristabilisce immediatamente il margine di distanza sfruttando due errori delle Leonesse: 18-15 e nuovo time out per Brescia. Le ospiti si portano sul 19-18 e coach Pistola richiede il suo primo time out del match. Van Hecke con un bel diagonale e un mezzo ace firma il break delle ‘gatte’: 22-19. Brescia non ci sta e ricuce ancora una volta sfruttando un’infrazione delle cuneesi: 22-21 ed è nuovamente time out Cuneo. Capitan Van Hecke e un colpo clamoroso di Rigdon permettono alle cuneesi di volare sul 24-21. Dopo un primo set point annullato da un attacco di Mingardi e un secondo vanificato da un errore di Zambelli in attacco ci pensa Cambi a chiudere i conti aggiudicandosi un contrasto a rete (25-23).

Inizio di terzo parziale di marca bresciana con due ace consecutivi di Rivero, poi sale in cattedra Van Hecke: 4-3. Mingardi difende tre volte ma l’attacco di Degradi è out (5-4). Fast di Candi e doppia Van Hecke dopo due super difese di Cambi: la BOSCA S.BERNARDO CUNEO si porta sul 9-7 e coach Mazzola interrompe il gioco. Una Markovic incontenibile va a segno in attacco e dalla linea dei nove metri: 11-8 e nuovo time out per la Banca Valsabbina Millenium Brescia. Zannoni vola in difesa, Rigdon chiude (13-9). Sul 13-11 dentro Ungureanu per Rigdon. Brescia non ci sta e si porta sul 13-12 grazie a un attacco di Mingardi. Dopo il time out richiesto da coach Pistola il mani out di Degradi ristabilisce la parità. È punto a punto in questa fase del set. Markovic attacca out, Segura la imita: 16-16. Sul 18-20 coach Pistola chiede time out per riportare ordine dopo una fase di gioco convulsa. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO impatta sul 20-20 e passa a condurre grazie a un monster block di Ungureanu. Dopo l’attacco out della schiacciatrice rumena coach Pistola ferma nuovamente il gioco. L’ace di Ungureanu regala alle biancorosse il primo match point, ma Degradi capovolge la situazione con un punto in attacco e un ace (24-25). Il mani out di Segura consegna alle ospiti il terzo parziale (24-26) e riapre il match.

Avvio di quarto set all’insegna dell’equilibrio con Ungureanu in grande evidenza: due punti in attacco e un ace per la diciannovenne rumena (4-3). Candi vola in difesa, poi una sassata di Van Hecke dalla seconda linea vale il primo break del set (6-4). Le ospiti pareggiano i conti sfruttando gli errori in attacco di Van Hecke e Candi e si portano avanti con Segura (7-8). Dentro Agrifoglio per Cambi tra le fila cuneesi. Zannoni vola, Van Hecke va a segno con una parallela: 8-8. Sul 9-10 dentro Frigo per Zambelli. È cambiata l’inerzia del match, con la BOSCA S.BERNARDO CUNEO che sembra aver smarrito le certezze dei primi tre parziali. Van Hecke e Ungureanu tengono a galla le biancorosse: 11-12. La fast di Frigo vale il 12-12, ma le ospiti passano nuovamente a condurre (12-14). La Banca Valsabbina Millenium Brescia mantiene il margine di vantaggio fino al 16-18, poi il punto messo a segno da Speech spinge coach Pistola a fermare il gioco. Sul 16-19 dentro Rigdon per Ungureanu. La schiacciatrice statunitense va subito a segno con un bel mani out ma le Leonesse allungano ancora grazie al muro di Degradi su Van Hecke. Sul 17-21 è time out Cuneo. La Banca Valsabbina Millenium Brescia chiude il parziale sul 18-25 sfruttando il blackout delle padrone di casa. Per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO sarà tie-break per la terza partita consecutiva.

Nel quinto set starting six cuneese con Rigdon, Cambi e Frigo. Candi va a segno con una fast e poi forza al servizio permettendo a Frigo di chiudere: 3-2. Brescia si porta avanti grazie al muro di Veltman (3-4). Mingardi buca il muro a due cuneese, risponde Rigdon con un diagonale chirurgico (6-6). L’ex Segura, con un ace e un mani out, fa volare le ospiti sul 7-9 e costringe coach Pistola a interrompere il gioco. Sull’8-9 dentro Ungureanu per Markovic. Dopo l’urlo di Mingardi per l’8-11 dentro Agrifoglio per Cambi. Una scatenata Mingardi mette a segno il punto dell’8-12 ed è ancora time out per le padrone di casa. Non può che essere Mingardi a chiudere il match (10-15): le Leonesse espugnano il Pala UBI Banca 2-3 e lasciano alle ‘gatte’ un solo punto e tanto amaro in bocca.

La tribuna stampa del Pala UBI Banca incorona MVP dell’incontro Camilla Mingardi, premiata da Rossano Boffa, enologo della casa spumantiera Bosca. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO tornerà in campo mercoledì 12 febbraio al PalaFenera di Chieri (ore 20.30) a caccia del primo successo stagionale in un derby piemontese; domenica 16 alle ore 17 nuovo impegno casalingo con Il Bisonte Firenze (biglietti in prevendita online su https://www.etes.it e in sede a partire dalle ore 10 di lunedì 10).

Prima del match l’associazione La festa dei limoni-Onlus, nata dopo l’esperienza del omonimo romanzo dell’arbitro Marco Braico, fondatore dell’associazione, ha consegnato una donazione al reparto di Ematologia dell’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo. Al termine dell’incontro una fortunata spettatrice si è aggiudicata una crociera per due persone nel Mediterraneo con pensione completa offerta dal match sponsor Lab Travel.

Camilla Mingardi, opposto Banca Valsabbina Millenium Brescia: «Eravamo molto tese e nei primi due set siamo stati succubi di Cuneo, poi dal terzo set ha prevalso la nostra voglia di vincere. Conquistare così il terzo parziale ci ha dato la consapevolezza di potercela fare. Una vittoria molto importante per noi per risalire in classifica»

Andrea Pistola, allenatore BOSCA S.BERNARDO CUNEO: «Un vero peccato. Avevamo approcciato la partita molto bene con grande intensità e energia contro una squadra che all’andata ci aveva messo in difficoltà, poi pian piano siamo calati e ci siamo spenti. Nel terzo set abbiamo avuto l’occasione per chiudere il match e non l’abbiamo sfruttata: nello sport certe cose le paghi. Dovremo analizzare le cause del calo del quarto e quinto set, parziali nei quali Brescia ha fatto vedere qualcosa in più di noi e ha vinto con merito»

 

Bosca S.Bernardo Cuneo – Banca Valsabbina Millenium Brescia 2-3 (25-15 / 25-23 / 24-26 / 18-25 / 10-15)

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Cambi 3, Van Hecke (C) 25, Zannoni (L), Markovic 11, Candi 10, Zambelli 5, Rigdon 12, Ungureanu 10, Agrifoglio, Frigo 2. N.e.: Gay, Parise

All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.

Ricezione positiva: 73%   Attacco:  41%

 

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Bechis 3, Parlangeli (L), Segura 7, Degradi 15, Rivero (C) 8, Veltman 9, Speech 11, Mingardi 25, Bridi, Segura 7, Fiocco, Biganzoli . N.e.: Saccomani, Sala

 

All.: Mazzola II All: Zanelli

Ricezione positiva: 61%  Attacco: 40%

Spettatori: 2431

Addette al servizio campo: Under 13 della Pallavolo Libertas Borgo S.d1984
Arbitri: Veronica Mioara Papadopol e Marco Braico

Durata: 22’, 32’, 35’, 24’, 16’