Verso il pieno recupero Srna Markovic, autrice di 10 punti nella sfida con UYBA (credit Danilo Ninotto)

Al PalaYamamay l’Unet E-Work Busto Arsizio si impone con un secco 3-0

Primasso: «Sconfitta senza alibi, ora dobbiamo ripartire da zero»

Pesante sconfitta per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO, la quinta consecutiva, al PalaYamamay: l’Unet E-Work Busto Arsizio si impone con un secco 3-0, reso ancor più evidente dai parziali (19/12/18). Dopo le importanti vittorie con Scandicci e Monza, continua la serie negativa delle gatte biancorosse che si sciolgono dinnanzi alla veemenza delle farfalle.

Coach Pistola manda in campo il più collaudato degli starting six, con Cambi in regia, Van Hecke opposto, Zambelli e Candi centrali, capitan Nizetich e Markovic in banda, Zannoni libero. Le farfalle di coach Lavarini rispondono con Orro al palleggio in diagonale con Lowe, Bonifacio e Washington al centro della rete, Herbots e Gennari schiacciatrici, Leonardi a difendere la seconda linea. Avvio sprint per le padrone di casa che grazie alla buona verve di Gennari si portano sul 4-1. Le gatte rispondono e pareggiano i conti a quota 6 con il pallonetto di Markovic. Sempre l’austriaca firma l’ace del primo vantaggio cuneese (8-9). Nuovo punto in battuta per le biancorosse con Candi (10-11), poi break delle bustocche: sul 13-11 primo time out del match richiesto da Pistola. Dal 14-11 al 14-14: nuova rimonta chiusa dal pallonetto di capitan Nizetich. Buona prova a muro delle cuneesi che ‘sporcano’ numerosi palloni e contrattaccano con grande continuità. Lowe firma l’ace del 17-15, Cambi risponde. Sull’attacco out di Van Hecke (19-16), secondo t.o. richiesto dalla panchina biancorossa. Markovic riporta ad una le lunghezze di distacco, ma con il successivo muro di Washington si ritorna sul 20-18. Ancora le farfalle a segno (21-18): in campo Ungureanu per Van Hecke. Candi per il 21-19. Gennari sale in cattedra e, complici alcuni errori cuneesi, l’Unet E-Work Busto Arsizio chiude sul 25-19 (1-0).

Si riparte con le farfalle ancora arrembanti: all’ace di Herbots segue la parallela di Lowe. Sul 5-2 il primo time out di coach Pistola. Saltano gli schemi delle biancorosse e sul 9-3, firmato dall’ace di Bonifacio, la panchina cuneese ritenta un nuovo t.o. per invertire la rotta. Incredibile lo scambio del 13-5, chiuso dalla bordata di Lowe dopo infiniti cambi di fronte. Il 18-8 arriva addirittura con un attacco di destro dell’opposta mancina statunitense: coach Pistola manda nuovamente in campo Ungureanu, questa volta in banda. Muro di Zambelli per il 18-10. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO tira i remi in barca e subisce la grande prova delle farfalle che con il turno in battuta di Bonifacio raggiungono il massimo vantaggio (22-10). Sale il tifo di un ‘bollente’ PalaYamamay: Herbots chiude al primo set point. L’Unet E-Work si porta sul 2-0 con un pesante 25-12.

Coach Pistola conferma Ungureanu nello starting six della terza frazione che si apre con il muro di Van Hecke (0-1). Doppio vantaggio delle cuneesi con il tocco di prima di Cambi (3-5), ma ancora Lowe ricuce (5-5). Si procede di pari passo sino all’8-8, poi break delle farfalle (11-8): il diciassettesimo punto di Lowe costringe coach Pistola al primo time out del set. Le farfalle sono perfette in ogni azione, Cuneo stringe i denti. Buon muro di Zambelli su Lowe per il 14-11. Sul successivo 15-11 in campo Frigo. Ultimo time out a disposizione della panchina biancorossa sfruttato sul 17-12. Non arriva l’attesa reazione, confusione nelle fila biancorosse. Ruggito di Markovic per il punto del 21-15, seguito dal muro di Candi. Sul muro di Bonifacio arriva il match point delle padrone di casa (24-17). Dopo un errore al servizio delle bustocche, Lowe firma a muro il 25-18: netto 3-0 dell’Unet E-Work Busto Arsizio ai danni della BOSCA S.BERNARDO CUNEO.

«Una sconfitta senza alibi – dichiara Gino Primasso, direttore sportivo della BOSCA S.BERNARDO CUNEO –: prima c’era un problema tecnico legato ad alcuni infortuni, ora si tratta di cambiare completamente il modo di stare in campo. Chiediamo alle ragazze un esame di coscienza, così non stiamo giocando le gare ad un livello sufficiente. La nostra società non può accettare questo atteggiamento. Dobbiamo uscire a questa situazione e le uniche che possono variare la rotta sono le ragazze stesse. Lunedì riprendiamo a lavorare in palestra in vista della trasferta di Bergamo. Ci eravamo forse illusi dopo le prime tre giornate: ora dobbiamo ripartire da zero nel rispetto dei nostri sponsor, dei nostri tifosi e di tutti gli appassionati che ci seguono».

MVP del match una strepitosa Alessia Gennari. Domenica 1° dicembre, alle ore 17.00, nuovo impegno in trasferta per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO, protagonista al Pala Agnelli per la nona giornata del Campionato Italiano di Pallavolo Femminile. Rivali di turno le padrone di casa della Zanetti Bergamo.

Unet E-Work Busto Arsizio – Bosca S.Bernardo Cuneo 3-0
( 25-19 / 25-12 / 25-18 )
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Cambi 1, Van Hecke 6, Zambelli 5, Candi 4, Nizetich (C)3, Markovic 10, Zannoni (L); Ungureanu 2, Frigo, Agrifoglio. N.e.: Baldi, Rigdon.
All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.
Ricezione positiva: 51%. Attacco: 24%.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Orro 2, Lowe 19, Bonifacio 7, Washington 6, Herbots 9, Gennari 15, Leonardi (L); Bici. N.e.: Wang, Cumino, Villani, Berti
All.: Lavarini. II All: Musso.
Ricezione positiva: 51% Attacco: 46%
Durata: 23′, 20′, 23′.
Spettatori: 2164.