Un attacco di Kaja Grobelna, MVP del match (credit Marco Collemacine – MC FOTOREPORTER)

Le cuneesi sbagliano troppo
e la Reale Mutua Fenera Chieri conquista i tre punti nel derby piemontese

Pistola: «La sconfitta di Montichiari ci ha tolto sicurezza. Dobbiamo fare tesoro di queste due sconfitte, resettare e ripartire»

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO non riesce a reagire alla severa sconfitta di Montichiari e la Reale Mutua Fenera Chieri passa al Pala UBI Banca grazie a una prova corale con una Grobelna sugli scudi; alle cuneesi non basta una Van Hecke da 26 punti.

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO di coach Pistola scende in campo con Cambi in regia, Van Hecke opposto, Candi e Zambelli al centro della rete, Nizetich e Markovic schiacciatrici, Zannoni libero. Dalla parte opposta della rete coach Bregoli schiera Poulter al palleggio in diagonale con Grobelna, Rolfzen e Akrari centrali, Guerra e Perinelli in banda, De Bortoli a presidiare la seconda linea. Sotto la direzione dei signori Roberto Boris e Massimo Piubelli e con il servizio di campo a cura delle giovani pallavoliste dell’Under 13 della Bosca Ubi Banca Cuneo Nizetich mette a segno l’attacco dell’1-0, poi Grobelna mura Zambelli per l’immediata parità. L’ace di Guerra porta le ospiti sull’1-3, poi la fast di Zambelli accorcia le distanze. Van Hecke con il mani out per il 3-4, poi Markovic mette a segno un attacco e un muro per il sorpasso Cuneo: 5-4. Ancora Markovic con un pallonetto per il 6-5 Cuneo, poi la schiacciatrice austriaca sbaglia e Chieri passa a condurre (6-7). Il muro di Guerra porta le chieresi sul 6-9 e coach Pistola ferma il gioco per il primo time out. Un primo tempo e un muro di Candi tengono le biancorosse in scia (8-10), poi il muro di Chieri ferma Van Hecke, che si riscatta immediatamente (9-11). Un attacco di Grobelna e un fallo di invasione di Cuneo portano Chieri al massimo vantaggio, poi l’attacco di Nizetich vale il 10-13. La BOSCA S.BERNARDO CUNEO accorcia le distanze grazie all’ace della sua capitana, che poi sbaglia al servizio. L’attacco out di Grobelna ristabilisce l’equilibrio (14-14), poi Cuneo difende bene e Van Hecke sfrutta le mani del muro per il sorpasso (15-14): è time out Chieri. Fase equilibrata del set fino al 18-18, quando un mani out di Van Hecke e una parallela imperiosa di Nizetich permettono alle biancorosse di portarsi sul 20-18. Bregoli inserisce Bosio per Poulter; Chieri impatta (20-20), poi Van Hecke trova un pertugio tra le mani del muro (21-20). Il servizio di Candi mette in difficoltà la ricezione di Chieri e Nizetich completa l’opera (22-20). Ancora Nizetich trascina le sue (23-21), poi viene fermata dal muro di Akrari. Vola Markovic in difesa, poi Van Hecke mette a segno il 24-22. Coach Bregoli ferma il gioco sul set ball Cuneo (24-23), poi la fast di Zambelli pone fine al primo parziale (25-23). Nizetich (6) e Van Hecke (7) sono le top scorer cuneesi, che chiudono il set con il 64% di ricezione positiva.

Il secondo set si apre con un allungo di Chieri (1-3), che incrementa il vantaggio (3-7) sfruttando il turno in battuta di Grobelna. Coach Pistola ferma il gioco per il primo time out del set. Il pallonetto vincente di Van Hecke porta le biancorosse a meno quattro (4-8), ma l’attacco di Perinelli e il muro di Poulter permettono alle ospiti di volare a più sei (4-10). Il 4-11 firmato Guerra spinge Pistola a interrompere nuovamente il gioco. Dentro Ungureanu per Markovic ma è ancora Guerra ad andare a segno (4-12). Guerra è implacabile: il suo mani out vale il 6-14 Chieri, poi Candi va a segno. Le cuneesi non riescono a cambiare l’inerzia del set (9-18). Doppio cambio per coach Pistola: dentro Baldi e Agrifoglio per Van Hecke e Cambi; fuori anche Perinelli per Meijers. L’ace di Grobelna con l’aiuto del nastro vale il 10-21, poi il mani out di Baldi manda Zambelli al servizio ma il pallonetto di Rolfzen segna l’11-22 per le ospiti. L’attacco out di Nizetich consegna il set ball alle ospiti, che conquistano il parziale con il punteggio di 12-25. Set da dimenticare per le padrone di casa, che chiudono con il 32% in attacco; tra le fila di Chieri quattro punti a testa per Perinelli e Grobelna.

Il terzo parziale inizia all’insegna dell’equilibrio (3-3), con Van Hecke che tiene a galla le sue. Super difesa di Van Hecke e Zambelli completa l’opera per il 5-5. Grobelna si esalta e Chieri va sul 5-7, poi la fast di Zambelli accorcia le distanze. Candi d’astuzia per l’8-8, poi ancora la centrale cuneese mette a segno i punti del 9-9 e del 10-10. La pipe di Grobelna vale il 10-11 per le ospiti, che allungano (10-12). Il muro di Guerra ferma Van Hecke e costringe coach Pistola a fermare il gioco. La parallela di Nizetich accorcia le distanze (11-13), ma l’attacco di Rolfzen riporta le ospiti a più tre. Pallonetto di Van Hecke per il 12-14; Akrari ristabilisce immediatamente le distanze. Il mani out di Nizetich permette alle biancorosse di risalire a meno due, poi il diagonale di Markovic decreta il 14-15: è time out Chieri. Ace di capitan Nizetich e le biancorosse agguantano la parità. Guerra si conferma in serata e mette a segno il punto del 15-16, poi Grobelna sigla il 15-17. Dentro Meijers per Perinelli; il muro di Chieri porta le ospiti sul 15-18 ed è time out Cuneo. Difende Zambelli, chiude Nizetich: 16-18. Grande difesa di Zannoni, quindi ancora Nizetich per il meno uno Cuneo (18-19). Chieri si riporta avanti di due lunghezze (18-20), Van Hecke accorcia. Markovic mette in difficoltà la ricezione di Chieri e per Nizetich il punto del 20-20 è una formalità. Rolfzen e un errore di Nizetich permettono alle chieresi di allungare (20-22), quindi Candi tiene in scia le sue. Dentro Rigdon per Candi al servizio. È out l’attacco di Grobelna: 22-22. Il mani out di Guerra vale il 22-23, l’attacco di Grobelna il 22-24. Il punto di Nizetich tiene in vita le sue, ma è ancora Guerra ad andare a segno: 23-25 e Chieri fa suo il terzo set. Grobelna (9) e Guerra (5) decisive per le ospiti; non bastano alle padrone di casa i sette punti di capitan Nizetich.

Il quarto set si apre con un attacco vincente di Markovic, quindi Rolfzen e un attacco out di Markovic permettono alle ospiti di portarsi avanti. Muro di Cambi per il 2-2, ma Perinelli fa male: 2-3. Sul 2-4 fuori Markovic per Rigdon; a segno Van Hecke per il meno uno Cuneo. Nizetich chiude uno scambio combattuto per il sorpasso delle padrone di casa (6-5), ma Akrari firma subito il 6-6. Il muro di Grobelna su Nizetich è una sentenza, quindi l’ace di Poulter porta le chieresi sul 6-8. Chieri vola sul 7-10, ma Cuneo si porta a meno uno grazie al punto di Nizetich e impatta grazie a Zambelli (10-10). Tra le fila di Chieri dentro Enright per Perinelli. Capitan Nizetich mette a terra il punto dell’11-10 al termine di un’azione spettacolare, Van Hecke va a segno: è 12-10. Il muro di Grobelna su Nizetich ristabilisce la parità: 12-12. L’ace di Akrari (12-14) costringe coach Pistola a chiedere time out. Due punti consecutivi di Van Hecke mandano Nizetich al servizio, poi il muro di Cambi segna il sorpasso Cuneo (15-14). Difende Zannoni, chiude Rigdon per il 16-14. La pipe di Van Hecke accende il Pala UBI Banca e manda Frigo, entrata per Zambelli, in battuta. Cambi si affida ancora a Van Hecke che non tradisce: è 18-16 per le biancorosse. Akrari porta le ospiti a meno uno, quindi è ancora Van Hecke a cantare e portare la croce: 20-18. L’errore al servizio di Candi e l’ace di Guerra ristabiliscono la parità (20-20): coach Pistola ferma il gioco. Van Hecke tiene a galla le sue ma poi sbaglia al servizio e non riesce a difendere il diagonale di Grobelna: è sorpasso Chieri (21-22). Dentro Mazzaro per Rolfzen, poi Van Hecke sbaglia: è set ball Chieri, che chiude i conti con un monster block di Rolfzen (23-25).

Top scorer dell’incontro è Lise Van Hecke, autrice di 26 punti; 16 i muri messi a segno da Chieri.

La tribuna stampa del Pala UBI Banca incorona MVP dell’incontro Kaja Grobelna, premiata da Rossano Boffa, enologo della casa spumantiera Bosca. Le biancorosse torneranno in campo domenica 10 novembre alle ore 17 a Firenze contro le padrone di casa del Bisonte Firenze (diretta www.pmgsport.it).

Andrea Pistola, coach Bosca S.Bernardo Cuneo: «Abbiamo fatto tanti errori in attacco e subito murate frutto di scelte sbagliate fatte con troppa fretta. La sconfitta di Montichiari ha inciso molto dal punto di vista psicologico facendoci perdere tante sicurezze. A livello di atteggiamento ho visto che le ragazze hanno provato a reagire alla sconfitta di giovedì, ma senza riuscirci. Chieri ci ha messi in difficoltà evidenziando i nostri limiti attuali. Dobbiamo fare tesoro di queste due sconfitte, resettare e ripartire».

Giulio Cesare Bregoli, coach Reale Mutua Fenera Chieri: «Una vittoria corale, come le altre due che abbiamo conquistato fino ad ora. Nel primo set abbiamo regalato due o tre situazioni facili e abbiamo avuto qualche problema a muro, dopo abbiamo usato meglio la battuta tattica e questo ci ha aiutato molto. Vincere al Pala UBI Banca da tre punti è qualcosa che riuscirà a pochi».

 

Bosca S.Bernardo Cuneo – Reale Mutua Fenera Chieri 1-3

( 25-23 / 12-25 / 23-25 / 23-25 )

Bosca S. Bernardo Cuneo: Cambi 3, Nizetich (C) 17, Markovic 7, Candi 13, Van Hecke 26, Zannoni (L), Zambelli 5, Baldi 1, Frigo, Rigdon 1, Ungureanu

Ricezione positiva: 52%   Attacco: 39%

Reale Mutua Fenera Chieri: Poulter 3, Guerra 13, Enright (C), Mazzaro, Rolfzen 12, Grobelna 24, De Bortoli (L), Bosio, Perinelli 12, Akrari 8, Meijers, 1, Lanzini. N.e. Ferrua, Laak

Ricezione positiva: 49%  Attacco: 42%

Durata: 28’, 22’, 30’, 29’
Spettatori: 1915

 

CAMPIONATO SERIE A1 VOLLEY FEMMINILE – quinta giornata di andata

Sabato 2 novembre
BOSCA S.BERNARDO CUNEO – Reale Mutua Fenera Chieri 1-3
Domenica 3 novembre
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara
Il Bisonte Firenze – Banca Valsabbina Millenium Brescia
Lardini Filottrano – Èpiù Pomì Casalmaggiore
Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta – Saugella Monza
Lunedì 4 novembre
Imoco Volley Conegliano – Zanetti Bergamo
Giovedì 7 novembre
Bartoccini Fortinfissi Perugia – Unet E-Work Busto Arsizio