Capitan Signorile posa con la nuova sciarpa #forzacuneo
e con l’esclusiva Christmas Box (credit Ufficio stampa CGV)

La Cuneo Granda Volley propone un regalo ad edizione limitata

Cornero: «Uniti #SalviamoLoSport e offriamo sostegno ad ABIO e La Favola di Marco ONLUS»

La Cuneo Granda Volley vuole ridurre la distanza dai propri tifosi: dopo l’avvio del comparto merchandising, con capi di abbigliamento made in Italy firmati ninesquared, ecco la prestigiosa Christmas Box 2020. Grazie all’importante collaborazione con la FAG Artigrafiche, azienda doglianese specializzata nella progettazione e produzione di packaging ed espositori in cartone accoppiato, il Natale dei tifosi biancorossi potrà essere più vicino alla squadra della Bosca S.Bernardo Cuneo, impegnata proprio sabato 26 dicembre, tradizionale boxing day di Santo Stefano, nel derby con la Reale Mutua Fenera Chiera, in un PalaFenera a porte chiuse ma live su Rai Sport + HD.

Un regalo esclusivo, ad edizione limitata: saranno infatti solo cento le confezioni a disposizione di tifosi ed appassionati, un mix tra emozioni, convenienza e solidarietà. La società di via Bassignano rinnova l’invito alla beneficenza, con lo sguardo rivolto alle associazioni ABIO Cuneo e ‘La Favola di Marco ONLUS’. La Christmas Box contiene: la bottiglia Five Stars Piemonte (vino spumante extra dry ottenuto da uve Chardonnay) by Bosca, una confezione di cioccolatini (cuneesi assortiti) Oliva, due nuove bibite bio Drops of Drinks firmate S.Bernardo, la cartolina con foto di squadra e autografi di tutte le giocatrici della Bosca S.Bernardo Cuneo, l’esclusiva sciarpa #forzacuneo by ninesquared, sconto di 50 euro su nuove attivazioni di linea fibra Isiline, offerta promo luce e gas Unogas, dieci confezioni omaggio di Acqua S.Bernardo presso la Boutique dell’Acqua, fruibile ventiquatt’ore su ventiquattro e sette giorni su sette in via Savona 77 a Cuneo.

La Christmas Box sarà acquistabile lunedì 21, martedì 22 e mercoledì 23 dicembre in orario 10-12 e 16-19 a Cuneo presso la sede via Bassignano 14 con offerta a partire da 49 euro; dopo la pausa natalizia, la vendita ripartirà lunedì 28 dicembre. I tifosi biancorossi non residenti nella Provincia Granda che sono interessati all’acquisto della confezione possono inviare una e-mail all’indirizzo info@cuneograndavolley.it per ricevere tutte le informazioni su come riceverla comodamente a casa.

«Sin dal primo lockdown – dichiara Paolo Cornero, responsabile marketing e comunicazione Cuneo Granda Volley – abbiamo continuato a lanciare segnali di ottimismo: dobbiamo essere uniti non solo per salvare lo sport ma anche offrire solidarietà al territorio. Nel mese di marzo abbiamo sostenuto il reparto di pediatria dell’Ospedale S.Croce e Carle di Cuneo, ora vogliamo rinnovare l’appello per i primi destinatari della nostra azione: ABIO e La Favola di Marco ONLUS. Il valore complessivo del pack supera di molto l’offerta minima, grazie alle risposte positive delle nostre aziende partner: il primo ringraziamento va a Bosca, S.Bernardo, Oliva, FAG, Isiline, Unogas e La Boutique dell’Acqua. Particolare menzione riservata all’agenzia Ironika, sempre impeccabile nell’assistenza grafica. Insieme torneremo a sorridere, forti di quella spensieratezza che soltanto le emozioni sportive sanno offrire».

  

L’Associazione ABIO CuneoOdV è stata fondata a Cuneo nell’agosto 1998, in collaborazione con l’ABIO di Milano sorta nel 1978. Il servizio viene svolto presso il reparto di pediatria dell’Ospedale Santa Croce di Cuneo ed ha lo scopo di promuovere l’umanizzazione dell’ospedale e sdrammatizzare l’impatto del bambino e della sua famiglia con la struttura sanitaria. Il volontario ABIO accoglie il bambino in ospedale, organizza attività ludico-creative, affianca e supporta i genitori durante il periodo della degenza. Le donazioni ricevute servono per sostenere l’acquisto di giocattoli e arredi più adatti ai bambini.

“La Favola di Marco 1q41.12 ONLUS” è un’associazione nata nel 2017 per sostenere un bambino, Marco, nato il 25 dicembre 2008 unico paziente al mondo affetto da una grave malattia genetica talmente rara da non avere un nome ma un codice (1q41.12). La malattia ha provocato una grave malformazione celebrale, renale e di tutto l’apparato urinario, motivo per cui il bambino ha già subito numerosi interventi. Tra gli obiettivi principali dell’associazione c’è quello di raccogliere fondi per l’assistenza familiare, sociale, socio-sanitaria e l’integrazione scolastica ed extra-scolastica dei bambini e ragazzi con disabilità gravi.