Uno scatto della conferenza stampa di presentazione della campagna dono (credit Danilo Ninotto)

Le gatte sono testimonial d’eccezione della campagna dono presentata martedì 8

Gay: «La donazione è una partita da vincere di squadra»

Si è svolta nella mattinata di martedì 8 giugno presso la sede della Croce Rossa di Cuneo la presentazione della «campagna dono» promossa dalle sette associazioni della provincia che si occupano di dono (ADMO, AIDO, AVIS, Gruppo donatori sangue CRI, FIDAS, GASM Mombracco, SOS Sangue) sotto l’egida del CSV Società Solidale. La campagna, volta a promuovere la donazione con un focus particolare sui più giovani, può contare su quattro eccellenze sportive del cuneese come testimonial: le società pallavolistiche Cuneo Granda Volley, rappresentata alla conferenza stampa dal libero della Bosca S.Bernardo Cuneo Alice Gay, e Cuneo Volley, la campionessa di ciclismo Elisa Balsamo e il campione di pallapugno Bruno Campagno (Pallapugno Alba).

Gli scatti che ritraggono i quattro testimonial a partire invaderanno pacificamente la Granda percorrendo le principali tratte provinciali grazie alle vetrofanie sugli autobus, ma non solo: sono previste anche affissioni di manifesti in città e negli ospedali. Non mancherà anche la promozione sui social per raggiungere un pubblico più possibile ampio. Cuneo Granda Volley ha aderito all’iniziativa con un’immagine molto suggestiva realizzata dal fotografo ufficiale Marco Collemacine per Creattiva Agency che ritrae Alice Degradi, Alice Gay, Gaia Giovannini e Noemi Signorile in uno dei luoghi del cuore dei cuneesi, il piazzale antistante il Santuario degli Angeli. L’adesione della società di via Bassignano alla campagna è soltanto il primo passo di una collaborazione con le associazioni coinvolte: sono infatti allo studio una serie di eventi di sensibilizzazione nel corso della prossima stagione.

ALICE GAY, LIBERO BOSCA S.BERNARDO CUNEO: «Siamo molto felici di aver aderito alla campagna come Cuneo Granda Volley. La donazione è un autentico gioco di squadra, in cui i traguardi più alti si raggiungono solo grazie al contributo di tutti. Proprio come in una squadra, in cui ognuno è chiamato a dare il suo apporto a seconda del suo ruolo, anche nella donazione ognuno contribuisce in base alle sue possibilità. Abbiamo partecipato a questa iniziativa con grande piacere perché sappiamo quanto è importante metterci la faccia e dare l’esempio. La scorsa stagione è stata la mia prima in Serie A1, e l’esempio delle mie compagne più esperte è stato di grande ispirazione. In questo periodo dell’anno donare è fondamentale come non mai, quindi l’appello ai nostri coetanei è uno solo: donate e donatevi, perché questa partita si vince insieme».