Erblira Bici in azione contro Conegliano nel match del Boxing Day della passata stagione (credit Filippo Rubin / LVF)

Per l’opposto albanese classe 1995
la prossima sarà la prima stagione da titolare in Serie A1

Bici: «Vestire la maglia di Cuneo è una grande opportunità»

Il settimo tassello della BOSCA S.BERNARDO CUNEO 2020/2021 è Erblira Bici: la giocatrice albanese reduce dall’esperienza con l’Unet E-Work Busto Arsizio sarà il nuovo opposto della formazione di coach Pistola.

Bici, nata a Gramsh (Tirana, Albania) il 27 giugno 1995, 185 centimetri di altezza, dopo gli inizi in patria con le maglie di Tirana e Barleti con cinque scudetti e quattro Coppe d’Albania, nella stagione 2016/2017 approda in Italia con la maglia dell’LPM BAM Mondovì. In Serie A2 con la maglia delle monregalesi mette a segno 1028 punti in due campionati dando non pochi dispiaceri al pubblico cuneese. I tifosi biancorossi non potranno certo dimenticare le sue ottime prove nelle due vittorie dell’LPM nei derby del 26 dicembre 2017 al Pala UBI Banca e del 2 aprile 2018 al PalaManera: in entrambe le occasioni Bici fu grande protagonista e mise a segno l’ultimo punto. Nella stagione 2018/2019 Bici è la vice Egonu all’Igor Gorgonzola Novara, con la quale vince Coppa Italia e Champions League. L’anno successivo si trasferisce all’Unet E-Work Busto Arsizio per ricoprire il ruolo di secondo opposto alle spalle di Karsta Lowe. Bici, che dal 2014 fa parte della Nazionale albanese, affronterà dunque con la maglia della BOSCA S.BERNARDO CUNEO la sua prima stagione da titolare nella massima serie italiana: a lei il compito di raccogliere l’eredità di Lise Van Hecke, autentico faro delle ‘gatte’ negli ultimi due campionati con 801 punti realizzati.

«Per me vestire la maglia della BOSCA S.BERNARDO CUNEO è una grande opportunità  – dichiara Erblira Bici –. Ho sentito parlare molto bene di Andrea Pistola, un allenatore che fa lavorare tanto ed è abituato a farlo con un gruppo giovane come sarà il nostro. Dopo una stagione in cui ho giocato poco non vedo l’ora di dimostrare che posso essere protagonista da titolare in questa categoria. So bene che non sarà semplice sostituire una giocatrice come Lise Van Hecke, ma con il lavoro in palestra e l’aiuto delle compagne cercherò di conquistare e far divertire il pubblico cuneese. Devo confessare che la prima volta che ho provato i brividi in un palazzetto è stata proprio al Pala UBI Banca nel match del Boxing Day del 2017: vederlo già pieno fin dal riscaldamento fu qualcosa di incredibile. Spero che tanti miei connazionali verranno a vederci e a fare il tifo per noi. Sono contenta di ritrovare Giorgia Zannoni, una compagna con cui mi ero trovata bene a Novara».