Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO CUNEO in piazza Ex Foro Boario, durante la visita alla Città guidata dall’Assessore Serale (credito Ufficio Stampa Cuneo Granda Volley)

Giovedì 20 agosto, le campionesse della Serie A1 in piazza Ex Foro Boario

Cornero: «Un invito che ci onora: abbiamo bisogno di abbracciare la Città»

Le ragazze della BOSCA S.BERNARDO CUNEO si allenano ormai da cinque settimane nel capoluogo ma, solo giovedì 20 agosto a partire alle ore 20, la Città potrà tributar loro il meritato applauso. Il benvenuto dei tifosi biancorossi, capeggiati dai calorosi Crazy Cats, potrà finalmente trovare palcoscenico ideale: piazza Ex Foro Boario sarà infatti vestita a festa per la serata di WeCuneo@Dehor, luogo dell’importante incontro tra le atlete e le voci che sosterranno le loro imprese.

Una scelta non casuale per la società di via Bassignano che ha accolto l’invito di numerosi partner: dal Comune, nella persona dell’Assessore alle Attività Produttive Luca Serale, all’associazione WeCuneo, presieduta da Giorgio Chiesa, sino al titolare di Open Baladin Cuneo, Elio Parola. «Accettare un simile invito – dichiara Paolo Cornero, responsabile marketing e comunicazione della Cuneo Granda Volley – rappresenta per tutti Noi un onore. Uno spazio aperto, nato con lo slogan di dehor sociale, che ha raccolto i favori della piazza. Saremo lieti di ufficializzare con questa partecipazione la necessità di ‘abbracciare’, anche se solo idealmente, i nostri tifosi. Sono il settimo uomo, l’elemento che da sempre contraddistingue l’essere biancorosso, non vediamo l’ora di sentire il loro calore. Il tutto con la consapevolezza che la ‘normalità’ va ancora ristabilita, insieme e con l’aiuto di tutti».

La partecipazione alla serata rappresenta di fatto un primo importante passaggio della nuova partnership stretta tra la società di via Bassignano e l’Open Baladin di Cuneo. «Abbiamo deciso di legarci al Volley in Rosa – commenta Elio Parola, titolare di Open Baladin Cuneo – perché l’unione fa la forza. Siamo orgogliosamente sostenitori di entrambe le realtà pallavolistiche della nostra Città e crediamo che attraverso i valori dello Sport si possa crescere ulteriormente ed esportare con maggior efficacia il ‘Made in Granda’».