Non sufficiente il ‘ruggito’ di Zambelli, protagonista con 4 muri a tabellino (credit Filippo Rubin/LVF)

Domenica 8 dicembre si ritorna al Pala UBI Banca con la Lardini Filottrano

Pistola: «Miglioramenti nell’atteggiamento, ma troppi errori tecnici in attacco»

Nuovo stop per la BOSCA S.BERNARDO CUNEO che ritorna dalla trasferta di Bergamo senza punti. Prestazione in chiaroscuro per le ‘gatte’ biancorosse: tante fasi di match combattute all’altezza delle rivali, ma nel complesso è stata la costanza dell’azione di Mitchem e compagne a risultare decisiva per il 3-1 finale.

Sul taraflex del Pala Agnelli di Bergamo, coach Andrea Pistola sceglie Cambi in regia, Van Hecke opposto, Zambelli e Candi centrali, capitan Nizetich e Markovic in banda, Zannoni libero. Sulla panchina orobica, esordio ufficiale per il cuneese Marco Fenoglio che punta sulla diagonale Mirkovic-Smarzek, Melandri e Olivotto al centro della rete, Loda e Mitchem schiacciatrici, Sirressi a difendere la seconda linea. Partenza punto a punto, con Markovic e Mitchem protagoniste. A buoni attacchi si alternano numerosi errori in battuta su entrambi i fronti. Dal 7-6 al 10-6: tre punti consecutivi della Zanetti Bergamo accompagnano al primo time out della gara, richiesto dalla panchina biancorossa. Il muro di Smarzek porta a cinque le lunghezze di vantaggio (11-6) ridotte dall’attacco di Nizetich e dall’errore in attacco delle rivali (11-8). Loda, l’ace di Smarzek e il tocco di Mirkovic per il 14-8: nuovo stop richiesto da coach Pistola. Sul 17-10 in campo Agrifoglio. Cuneo non reagisce e va sotto 21-13. Markovic tiene a galla le cuneesi, con buoni attacchi e l’ace del 21-15, seguito dal doppio urlo di Nizetich: sul 21-17 primo time out richiesto da coach Fenoglio. Intervenendo in difesa su un pallonetto, doppio infortunio per Zannoni e Agrifoglio. Dopo l’intervento dello staff medico, si ritorna in campo con l’errore al servizio delle bergamasche (22-18). Arriva anche il muro di capitan Nizetich, seguito dal mani out di Loda (23-19). Melandri porta a 24 le rossoblu: dentro Cambi. Il primo set si chiude sul 25-20, grazie al primo tempo di Melandri: 1-0 per la Zanetti Bergamo.
La seconda frazione si apre con la BOSCA S.BERNARDO CUNEO in campo con il sestetto titolare. Coach Pistola si toglie la giacca e richiede il primo time out dopo un break di 4-0. Cambi firma il primo punto cuneese del set sul 5-1. Il muro di Candi per il 6-3, poi ancora Mitchem. Il muro biancorosso inizia a prender le giuste contromisure e l’ace di Markovic porta ad un solo punto di distacco le ospiti (7-6). Arriva anche l’ace di Candi per pareggiare i conti a quota 8. Primo vantaggio cuneese del match sull’8-9 di Van Hecke, seguito dal muro di Zambelli. Dall’8-10 al nuovo pareggio (10-10). Cuneo continua a premere, sfruttando le fast di Zambelli (12-14). Il muro a uno di Cambi per il 12-15. La Zanetti Bergamo perde certezze: sul 13-17, time out anche per coach Fenoglio. Arriva con la richiesta di video-check il punto del 14-18. Bergamo accorcia sino al 17-19: secondo time out per coach Pistola. Van Hecke per il 17-20: in campo Imperiali. Zambelli firma il ventunesimo punto con il secondo muro personale, seguito dall’ace di Van Hecke (17-22): time out per la Zanetti Bergamo. Si rientra in campo e Van Hecke bissa: ace per il 17-23. In rete la battuta di Mirkovic (18-24): primo set point per le biancorosse, annullato da Melandri. Markovic chiude la frazione sul 19-25: la BOSCA S.BERNARDO CUNEO pareggia i conti (1-1).
Partenza di terzo set punto a punto sino al 4-4, poi allungo delle padrone di casa che, con Mitchem, si portano sul 6-4. Le due formazioni si affrontano a viso aperto: emblematico il punto del 9-7, chiuso da Mitchem dopo un emozionante scambio che riscalda il Pala Agnelli. Le cuneesi pareggiano a quota 11 grazie al terzo ace personale dell’ispirata Markovic, poi allungo della Zanetti con ace di Mirkovic. Il massimo vantaggio orobico del set giunge sul 17-14, seguito dal tocco di prima di Cambi: in campo Frigo. Sul 19-16 time out per la panchina cuneese. Muro prepotente di Candi (19-17), seguito dall’attacco di Mitchem (20-18): in campo Zambelli. Muro di Van Hecke per il 20-19. Ancora Van Hecke in pallonetto per il 21-21. Diagonale di Smarzek (22-21), poi la fast di Zambelli (22-22). Il match si accende. Nuovo attacco dell’opposto polacco di Bergamo: sul 23-22 secondo t.o. per coach Pistola. Out di un soffio il muro cuneese (24-23), poi mani out di Smarzek per il 25-23: la Zanetti Bergamo si riporta avanti 2-1.
Quarta frazione subito in salita per le cuneesi, con l’ace di Loda che firma il 4-1: immediato il time out per la panchina biancorossa. Sul 4-2 in campo Agrifoglio. Fasi di gioco confuse, Van Hecke tiene a galla le cuneesi (5-4). La BOSCA S.BERNARDO CUNEO rimane agganciata alle orobiche ma non trova mai la parità. Contestato il punto del 10-7, assegnato alle padrone di casa dopo un lungo video-check. Errore di Van Hecke in attacco seguito dal muro di Smarzek: sul 14-10 coach Pistola sfrutta anche l’ultimo time out del set. Sul 14-11 rientra in campo Cambi. Fast di Candi per il 15-13. Markovic per il 16-14: dentro Ungureanu. Nuovo break per le padrone di casa che con Mitchem e l’ace di Loda salgono a quota 19. Van Hecke interrompe la serie al servizio di Smarzek (19-15). Ace di Candi per il 19-17: Cuneo rientra in gioco, coach Fenoglio richiede il primo t.o. del set. Smarzek per il ventesimo punto orobico. Van Hecke e Ungureanu firmano il 20-19. Out l’attacco dell’opposto belga, poi muro di Mitchem (22-19), ma Zambelli firma il ventesimo punto cuneese. Ancora l’inarrestabile Mitchem per il 23-20. Discusso il punto del 24-20, ma Cuneo ha finito i video-check. Ancora Markovic per il 24-21: dentro Frigo in battuta. Il muro di Olivotto chiude le ostilità sul 25-21: 3-1 per la Zanetti Bergamo. Si allunga la serie negativa della BOSCA S.BERNARDO CUNEO che mostra segni di reazione non sufficienti ad impensierire le rivali.

«Miglioramenti nell’atteggiamento – dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO -, ma tecnicamente possiamo fare molto di più. Manca la fluidità di giocata nelle prime azioni, non pari alla qualità delle ricezioni che stiamo tenendo. Facciamo fatica a fare punti in attacco con momenti altalenanti. Il tabellino parla chiaro, finiamo sempre con percentuali in ricezione più alte delle rivali, ma divario pesante in attacco. Le ragazze ce l’hanno messa tutte, ma tecnicamente troppe cose in questo momento non funzionano».

Domenica 8 dicembre, alle ore 17, dopo due trasferte consecutive, la BOSCA S.BERNARDO CUNEO ritorna ad essere protagonista al Pala UBI Banca di S.Rocco Castagnaretta per la decima giornata del Campionato Italiano di Pallavolo Femminile. Rivali di turno le marchigiane della Lardini Filottrano. Per l’occasione, spettacolo ed animazione a cura del Cuneo Team Cheer a partire dalle ore 15.45. Tante le novità e numerosi buoni sconto proposti agli spettatori, il tutto grazie alla partecipazione di Tutela Legale SpA in qualità di match sponsor.

Zanetti Bergamo – Bosca S.Bernardo Cuneo 3-1
( 25-20 / 19-25 / 25-23 / 25-21 )
BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Cambi 4, Van Hecke 18, Zambelli 9, Candi 8, Nizetich (C) 7, Markovic 12, Zannoni (L); Agrifoglio 1, Frigo, Baldi, Ungureanu 1. N.e.: Rigdon.
All.: Pistola. II All.: Petruzzelli.
Ricezione positiva: 63%. Attacco: 33%.

ZANETTI BERGAMO: Mirkovic 6, Smarzek 22, Melandri 9, Olivotto 9, Loda 11, Mitchem 19, Sirressi (L); Imperiali, Van Ryk, Imperiali. N.e.: Prandi, Samara, Civitico,
All.: Fenoglio. II All: Turino.
Ricezione positiva: 47% Attacco: 40%
Durata: 25′, 24′, 25′, 30′
Spettatori: 999