I protagonisti della conferenza stampa di presentazione del ‘Derby delle bollicine’ (credit Danilo Ninotto)

Numerosi i temi su cui sono confrontati Daniele Santarelli, Joanna Wolosz,
Paola Egonu, Andrea Pistola, Noemi Signorile e Ilaria Spirito

È stato presentato venerdì 12 con una conferenza stampa presso l’hotel Dronerium di Dronero, che da mercoledì sera ospita le pantere della Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano, il ‘Derby delle bollicine’ numero otto in programma domenica 14 alle ore 17:00 al Palazzo dello Sport di Cuneo. Daniele Santarelli, Joanna Wolosz, Paola Egonu da una parte e Andrea Pistola, Noemi Signorile e Ilaria Spirito dall’altra si sono confrontati su numerosi temi, di attualità e non.

LA STRISCIA VINCENTE DI CONEGLIANO Inevitabile partire dalla incredibile striscia di vittorie di Conegliano, che con il successo ottenuto a Chieri nell’anticipo della dodicesima giornata è arrivata a quota 72. Daniele Santarelli, pur ammettendo che superare il record della Teodora Ravenna e superare quello del Vakifbank Istanbul sarebbe una soddisfazione enorme per le sue giocatrici e per la società veneta, ha ribadito come il percorso delle pantere abbia come obiettivo il Mondiale per Club di metà dicembre. Joanna Wolosz si è soffermata sulle difficoltà nel trovare il ritmo a causa dei tanti infortuni con cui Conegliano ha dovuto fare i conti a inizio stagione, un quadro in netto miglioramento con Sylla già impiegata a Chieri e De Gennaro che potrebbe riassaggiare il taraflex domenica a Cuneo. La capitana di Conegliano ha raccontato come l’estate senza impegni con la propria Nazionale le abbia permesso di iniziare la stagione con Conegliano con la testa riposata dopo un’annata lunga e difficile come la scorsa. Paola Egonu ha sottolineato di come al di là dei record ogni partita venga affrontata con la giusta mentalità per un fatto di rispetto e di fiducia nei confronti di compagne di squadra e società.

COME SI AFFRONTA UNA SQUADRA IMBATTUTA DA 72 PARTITE? In casa Bosca S.Bernardo Cuneo coach Andrea Pistola si aspetta nel ‘Derby delle bollicine’ una partita sulla falsariga di quella disputata a Novara, ma con maggiore continuità. Al di là del risultato, per il tecnico marchigiano sarà importante la crescita della squadra in vista delle gare in cui sarà obbligatorio fare punti. Ilaria Spirito è convinta che una sfida con una squadra forte come Conegliano possa spingere Cuneo a alzare il proprio livello di gioco.

IL BELLO DI ESSERE PROVINCIALI Ancora Ilaria Spirito e Daniele Santarelli si sono espressi sulla dimensione provinciale della pallavolo, uno sport che in Italia non arriverà mai ai livelli di diffusione e popolarità del calcio e che ha nell’essere provinciale il suo punto di forza. Il tecnico della Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano, che ha ringraziato le società di Chieri e Cuneo per il supporto nell’organizzazione della trasferta piemontese, ha sottolineato come la pallavolo sia uno sport per famiglie che trova il suo habitat ideale nelle città medio-piccole e non nelle metropoli. Ilaria Spirito ha condiviso la tesi di Santarelli attraverso racconto delle sue esperienze molto diverse a Roma e a Casalmaggiore.

IL CONSIGLIO DELLE REGISTE ALLE NUOVE LEVE Divertimento e passione: sono queste secondo Asia Wolosz e Noemi Signorile le due componenti imprescindibili che le nuove leve devono cercare nella pratica della pallavolo. Due elementi che non mancano al massimo livello: la regista della Bosca S.Bernardo Cuneo ha confessato di divertirsi molto in ogni allenamento, mentre quella della Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano ha raccontato i suoi inizi, in cui il desiderio di emulare il fratello più grande che giocava a pallavolo e l’incontro con un allenatore capace e appassionato sono stati decisivi.

PAOLO CORNERO, RESPONSABILE MARKETING E COMUNICAZIONE CUNEO GRANDA VOLLEY «Una conferenza stampa come questa è un piccolo ma importante mattone nella nostra crescita anche fuori dal campo. Due ringraziamenti doverosi: il primo a Conegliano per l’entusiasmo con cui ha accettato il nostro invito, il secondo a Andrea Silvestro e a tutto lo staff dell’Hotel Draconerium, che ancora una volta si è dimostrato partner ideale per le nostre iniziative»