Un primo tempo di Katerina Zakchaiou, autrice di 16 punti con 5 muri (credit Danilo Ninotto)

Prova sottotono delle gatte, poco ciniche nel primo e nel terzo parziale

Degradi: «Una sconfitta che ci servirà per crescere»

IN SINTESI Nel recupero della sesta giornata la Bosca S.Bernardo Cuneo cade (1-3) per la prima volta al Pala UBI Banca: a conquistare i tre punti è una Zanetti Bergamo apparsa più fresca e più cinica nei momenti chiave del match, in particolare nel terzo set, in cui le gatte non sono state sufficientemente fredde per chiudere i conti. Le cuneesi dovranno resettare subito: sabato 21 alle ore 18 (diretta LVF TV) delicata trasferta a Cremona per sfidare una Vbc Èpiù Casalmaggiore ferita e desiderosa di riscatto dopo il pesante k.o. esterno patito a Firenze.

Al termine della contesa è la schiacciatrice Alice Degradi, top scorer delle biancorosse con 22 punti, a commentare il match: «Il rimorso maggiore è sicuramente quello per il terzo set, in cui abbiamo avuto tante palle set che avremmo potuto giocare meglio. Dobbiamo essere più ciniche. Siamo stati meno ordinati del solito: abbiamo sofferto un po’ di più in ricezione e fatto fatica nel muro difesa. Una sconfitta che ci servirà per crescere. Sappiamo che da qui al 2 dicembre giocheremo ogni tre giorni e che allenarsi sarà più difficile, ma non dev’essere un’attenuante; dobbiamo essere brave a gestirci».     

 

CRONACA

PRIMO SET La Bosca S.Bernardo Cuneo inizia con Bici opposta a Signorile, Zakchaiou e Candi al centro, Degradi e Ungureanu schiacciatrici e Zannoni libero. La Zanetti Bergamo replica con la diagonale Valentin-Lanier, Loda e Enright in banda, Dumancic e Moretto al centro, Fersino libero. Inizio punto a punto con Lanier e Candi in evidenza (3-5). L’attacco velenoso di Ungureanu firma il sorpasso delle padrone di casa (7-6), poi Lanier spara fuori. Il muro di Loda su Bici e l’ace di Valentin ristabiliscono la parità (9-9). Bici si sblocca con il punto del 12-12, Degradi si fa valere sotto rete e Lanier è poco precisa in attacco: 14-12 a favore della Bosca S.Bernardo Cuneo. Azione prolungata, Candi deve palleggiare due volte e Degradi chiude: sul più tre per le gatte coach Turino ferma il gioco. Il time out sortisce gli effetti sperati, con le orobiche che sul turno al servizio di Lanier impattano sul 15-15. Dopo il time out richiesto da coach Pistola arrivano l’attacco di Degradi e il pallonetto di Zakchaiou per il nuovo vantaggio biancorosso (17-15). Sul 18-17 dentro Giovannini per Degradi. Ace di Zakchaiou per il 20-17 ed è time out per la Zanetti Bergamo. Il pallonetto di Lanier pone fine a uno scambio combattuto e porta le orobiche sul meno uno, poi un’incomprensione nel campo cuneese significa 20-20. Ancora Lanier a segno per il sorpasso ospite e coach Pistola è costretto a fermare il gioco. Dentro Turco per Signorile sul 20-22 firmato da un muro di Moretto. Le gatte non riescono ad uscire dal momento di difficoltà ed è ancora un muro di Moretto a consegnare il primo parziale alle ospiti (22-25). Tabellino: Degradi 5, Candi 4, Lanier 7, Loda 5.

SECONDO SET La Bosca S.Bernardo Cuneo parte con Strantzali in campo al posto di Ungureanu. Le biancorosse non sembrano ritrovarsi e sul 3-4 coach Pistola è costretto a spendere il primo time out. Un bell’attacco di Degradi e un errore delle ospiti riportano sotto le gatte (5-6). Dentro Ungureanu per Bici. Degradi si carica la squadra sulle spalle (8-8). Le gatte passano a condurre grazie a due mani out firmati Degradi e Ungureanu: sul 12-10 è time out per la panchina orobica. Due muri consecutivi di Zakchaiou fanno volare le gatte sull’11-15. Signorile difende, Zannoni alza in bagher per Ungureanu che piazza il colpo del massimo vantaggio cuneese: nuovo time out per coach Turino. Zakchaiou si prende la scena per il 18-12, la compagna di reparto Candi non è da meno: il suo muro vale il punto del 20-14, che stronca sul nascere il tentativo di rimonta ospite. Degradi piega le mani del punto per il 23-14, il tocco delizioso di Signorile regala alla Bosca S.Bernardo Cuneo il primo set ball, che Loda annulla con un mani out. Ci pensa ancora Zakchaiou, autentica mattatrice del set insieme a Degradi, a porre fine al set con un monster block: 25-17 e 1-1 al Pala UBI Banca. Tabellino: Degradi e Zakchaiou 6, Enright 5, Dumancic 4.

TERZO SET Parte meglio la Zanetti Bergamo, che sfruttando alcuni errori delle padrone di casa si porta sul 2-5: come nel secondo set, coach Pistola è costretto a fermare il gioco in avvio di parziale. Le gatte accorciano (5-7), poi uno spettacolare attacco in parallela di Enright e un ace di Lanier permettono alle orobiche di portarsi sul più quattro. Le ospiti allungano ancora (7-13). Dentro Giovannini per Strantzali. Sull’8-15 è ancora time out per le padrone di casa, che appaiono smarrite. Ungureanu suona la carica (11-17), ma Enright chiude un’azione lunga e mantiene le cuneesi a distanza di sicurezza. Sull’11-19 dentro Fava per Candi. Un attacco out di Enright e un muro di Giovannini portano la Bosca S.Bernardo Cuneo sul meno cinque ed è time out per coach Turino. Le orobiche non si scompongono di fronte al tentativo di rimonta cuneese e allungano ancora (15-21). Degradi a segno due volte per il 18-22, con le gatte che in questo finale di set sembrano più combattive. Un attacco di Ungureanu e un muro di Zakchaiou valgono il 20-23. Ungureanu di rabbia risolve un’azione ricca di capovolgimenti di fronte e di difese. Dopo il time out speso dalla panchina ospite ancora la schiacciatrice romena a segno per il meno uno. L’ace di Degradi decreta il punto del 24-24: il set si concluderà ai vantaggi. Sul 25-25 dentro Candi per Fava. Un’infrazione delle ospiti consegna alle padrone di casa il primo set ball (27-26), annullato dal mani out di Lanier. Valentin ferma Degradi a muro (28-28). Si scaldano gli animi per una serie di decisioni arbitrali dubbie (29-29). Un bell’attacco di Loda e un errore di Degradi consegnano alla Zanetti Bergamo un parziale durato 43 minuti: 30-32 e 1-2 nel conto dei set. Tabellino: Degradi 8, Ungureanu 6, Lanier 8, Loda 7.  

QUARTO SET La Bosca S.Bernardo Cuneo riparte con Giovannini e Degradi in banda, Ungureanu opposto. Ancora una volta l’avvio migliore è quello delle orobiche (6-8), che allungano ancora con l’ace di Valentin; primo time out per coach Pistola. Moretto ferma Zakchaiou a muro per il 7-11. Le gatte sembrano subire il contraccolpo per il terzo set perso in maniera rocambolesca (8-13). Sempre avanti le ospiti (14-18), poi arrivano il primo tempo di Zakchaiou e l’attacco di Ungureanu per il tentativo di rimonta cuneese, rintuzzato dal monster block di Candi: sul meno uno coach Turino ferma il gioco. Candi difende, Ungureanu sfonda le mani del muro bergamasco: 19-20. Il punto del 19-21 arriva al termine di un’azione incredibile, che le ospiti riescono a fare loro. Sul 19-22 messo a segno da Loda è time out per la panchina cuneese. Le gatte non riescono a reagire e il muro di Moretto su Zakchaiou vale il primo match ball (20-24). Il pallonetto di Ungureanu dice no, poi arriva il diagonale di Loda per il 21-25: al Pala UBI Banca finisce 1-3. Primo k.o. interno stagionale per la Bosca S.Bernardo Cuneo. Tabellino: 5 Loda, 4 Lanier, 6 Ungureanu, 4 Zakchaiou.

TABELLINO

BOSCA S.BERNARDO CUNEO – ZANETTI BERGAMO 1-3 (22-25 / 25-17 / 30-32 / 21-25)

Bosca S.Bernardo Cuneo: Bici 3, Degradi 22, Turco, Giovannini 4, Candi 10, Strantzali 2, Fava 1, Signorile 1, Zannoni (L), Zakchaiou 16, Ungureanu 15. N.e. Gay, Stijepic. All. Pistola

Zanetti Bergamo: Faucette Johnson 1, Enright 14, Prandi, Fersino (L), Marcon, Dumancic 10, Valentin 7, Lanier 19, Loda 19, Moretto 7. N.e. Mio Bertolo, Faraone. All. Turino

NOTE

Durata set: 29’, 28’, 43’, 31’. Durata totale: 2h e 22’.

Arbitri: Rossi e Santoro

MVP: Natalia Valentin

Bosca S.Bernardo Cuneo: muri 11, ace 1, errori in battuta 8, 37% in attacco, 56% (32%) in ricezione

Zanetti Bergamo: muri 9, ace 3, errori in battuta 9, 38% in attacco, 73% (40%) in ricezione

Impianto: Pala UBI Banca, Cuneo

LE STATISTICHE DEL MATCH 

LE PAROLE DELLA SCHIACCIATRICE DELLA ZANETTI BERGAMO STEPHANIE ENRIGHT   

«Siamo molto contente per questi tre punti. Il rinvio della partita con Chieri ci ha permesso di prepararci al meglio per questa sfida: sapevamo che sarebbe stata una partita lunga e combattuta, e così è stato. Una vittoria di squadra che ci dà grande fiducia per le prossime partite».